Un libro da leggere, da rileggere, da consultare, da interiorizzare da mettere in pratica.

Un libro che tutti dovrebbero leggere, perché no anche prima di entrare nel mondo del lavoro.

Nel mio personale percorso di quest’anno, credo sia stato uno dei libri più utili ed interessanti.

Sto parlando del famoso libro di Robin Sharma IL SANTO IL SURFISTA E L’AMMINISTRATORE DELEGATO.

Tra il Covid e situazioni particolari, circa un anno fa ho deciso di intraprendere un percorso personale, per capire dove ero arrivata. Si tratta di un lavoro lungo, difficile, che a tratti può procurare sofferenza ma che se ben interpretato può anche essere un nuovo punto di partenza.

Questo libro vi aiuterà ad analizzare voi stessi, vi spiegherà che è importante “smettere di fare” e “cominciare ad essere”.

Attraverso la risposta a tre semplici domande vi guiderà in un viaggio interiore alla scoperta di quell’energia positiva che ognuno di noi ha dentro se stesso (anche se non lo sa) e che è necessaria per fare la differenza, ripartire ed “essere”.

  • Ho vissuto saggiamente?
  • Ho amato bene?
  • Ho servito molto?

Non si parla di religione o di fede se non in quella nei confronti di noi stessi. Si parla di vita, di atteggiamenti, di rapporto con gli altri, di consapevolezza del voler fare la differenza per lasciare un segno.

Anche questo libro parte da una situazione di crisi, ed è sempre così, dai momenti difficili nascono spesso le migliori opportunità!

L’autore incontra tre “maestri” ognuno dei quali, attraverso la propria esperienza e saggezza, lo aiuterà a capire il senso di uno dei tre quesiti e gli spiegherà come condurre la sua vita al fine di renderla straordinaria.

Molti passaggi del libro sono ovvi, semplici a volte magari già conosciuti ,ma ci aiutano a riflette e a rimettere in ordine i pensieri al fine di dare la priorità giusta ad ogni cosa.

Il primo incontro avviene a Roma con il “Saggio” che lo aiuterà a rispondere alla prima domando spiegandogli il significato “dell’essere un uomo autentico” e di come avere fiducia in se stesso.

Il secondo incontro avviene con il “Surfista” alle Hawaii parleranno a lungo e osserveranno la natura per poi essere in grado di rispondere al secondo quesito ovvero “hai amato bene?”. Non si parlerà di coppie o relazioni specifiche ma di amore per la vita stessa. Imparare a guardarsi dentro è la cosa più difficile. Imparare a spostarsi dalla dimensione della testa per entrare in relazione con il proprio cuore, ecco cosa ci insegnerà Moe.

Il terzo incontro servirà per rispondere alla terza domanda “ho servito molto” e la cosa curiosa è che il saggio che accompagnerà in queste ultime pagine è una donna di business responsabile di una grande Compagnia, ” l’Amministratre Delegato”. Tess ci spiegherà come avere successo, come essere un leader capace di esaminare sé stesso in profondità e che per avere di più nel mondo bisogna dare di più agli altri.

Ma ora basta, non vi svelo più nulla…

Questo libro per me è stato davvero illuminante, ha come messo in ordine informazioni che già avevo dentro di me. 

Credo che l’estate sia il momento migliore per leggerlo per ripartire a settembre carichi di nuova energia e disposti a collaborare, aiutare e ad avere fiducia prima in sé stessi poi nei confronti degli altri.

Se siete interessati al libro ecco il link:

Per saperne di più sull’autore Robin Sharma: https://www.robinsharma.com/

Lascia un commento