No non sono matta!

Che cosa hanno in comune la disabilità e un paio di jeans?

Adesso te lo spiego.

Ho preso questo libro perché la copertina mia ha parlato. (Titolo del libro: Mio fratello rincorre i dinosauri)

Si è così, a voi non succede mai?

Io quando giro per le librerie guardo le copertine e se il libro mi parla lo prendo in mano e comincio a sfogliarlo e a leggere la trama.

Ho capito subito che mi sarebbe entrato nel cuore.

Ho scritto un libro dove parlo di #autismo e sono curiosa di libri in cui viene affrontato il tema della #disabilità.

Fin dalle prime pagine ho apprezzato lo stile fresco e dinamico dello scrittore.

Ero curiosa di arrivare al punto cruciale del racconto e li con semplicità l’autore snocciola parola dopo parola la #realtà della situazione.

Parla della #sindrome di #down proprio come un bambino la vive.

Poche parole, chiare e semplici per spiegare a tutti di cosa si tratta.

Del resto, i bambini spesso rendono più semplice tutto!

La nostra società ha bisogno di tutto questo: deve capire!

Lo scrittore racconta della sua vita, della sua esperienza di fratello e che crescendo cambia la sua visione della realtà passando dall’infanzia, all’adolescenza fino a quando diventa adulto.

Dal credere il fratello un super eroe perché speciale, al vergognarsi di lui perché speciale in modo strano, fino a prenderlo come esempio perché grazie al suo essere speciale gli permette di vedere il mondo con occhi diversi dove attraverso la semplicità entra in relazione con situazioni complesse, ma che ha imparato ad affrontare con naturalezza.

Se vi state chiedendo se il trend del momento è scrivere di disabilità o fare serie TV che affrontano questi temi, la risposta è che no la disabilità c’è sempre stata e purtroppo non passerà mai di moda: è un grande classico come un paio di jeans!

Solo che oggi noi non abbiamo più vergogna di indossare un jeans che magari non è esattamente alla moda perché alla fine ciò che conta è che sia un jeans.

Se vi state chiedendo se questo libro è davvero unico, la riposta è no perché racconta di una storia come tante, come la mia del resto. Di situazioni così ne è pieno il mondo, ma forse solo grazie a chi ha il #coraggio di scriverle si può sperare in un #futuro migliore e più #inclusivo.

E allora perché bisognerebbe leggere questo libro?

Perché è la forza dell’autore ad essere unica.

Oggi non bisogna più avere #paura, oggi bisogna avere #coraggio.

Se cercate un bel libro da leggere, oltre al mio ovviamente, ve lo consiglio.

Buone letture a tutti!

Lascia un commento