Ho fatto questa domanda a mia figlia il 25 dicembre sera mentre eravamo sul divano abbracciate sotto una calda coperta e degustavamo una di quelle tisane che piacciono molto a noi.

Si che voto dareste?

Si sa i bambini hanno una visione tutta diversa dalla nostra.

Forse migliore o forse no, o forse siamo noi adulti che crediamo che lo sia.

Questo anno per me è stato davvero difficile, soprattutto negli ultimi mesi.

La perdita di una persona importante, la pandemia, il tanto lavoro in ufficio e le terapie.

Ma ho potuto superare tutto solo grazie all’amore della mia famiglia, all’amore di mia figlia e ad alcune amiche speciali, mamma speciali come me e le amiche di sempre anche se lontane.

Giulia però mi ha sorpreso.

Giulia che da piccola non amava il Natale, che non scartava i regali, che non voleva indossare la gonna con i collant.

Giulia che non amava le canzoni e i cioccolatini…ha detto che questo era un Natale da 10!

Si è divertita, ha cantato le canzoni, ha voluto mettere la gonna con le calze rosse, ha voluto fare la lettera a Babbo Natale (per il terzo anno consecutivo!) e stare a casa dei nonni senza dire che si stava annoiando (frase tipica per dire che vuole andare a casa sua).

E la volete sapere una cosa, forse la più bella?

Mi ha cercato per abbracciarmi e farsi coccolare. Chi ci conosce lo sa che per noi è un traguardo importante, grande e forse immeso.

In realtà questo, si proprio questo è il mio regalo più bello.

Ogni giorno la vedo migliorare, ogni giorno mi stupisco per un piccolo passo avanti verso una vita più serena e più vicino alla npstra idea di normalità.,

Si è stato un anno tremendo ma forse ha ragione lei: questo Natale era da 10!

Abbiamo potuto passarlo con i nostri cari e lei era felice. Non esiste un dono più bello. E da pochi giorni abbiamo anche un Angelo speciale come dice Giulia. ( Ciao Elena!)

Giulia oggi ha nove anni e per la prima volta da sempre in questi giorni mi cerca per farsi abbracciare e coccolare. Forse sta solo crescendo, o forse finalmente comincia ad accettare il contatto umano, il contatto con me la sua mamma.

Per molti è banale, per me noi.

Tante mamme mi dicono che i loro figli non vogliono le coccole e i baci.

Nel nostro caso è diverso, nel nostro caso è un aspetto della sua patologia, del provare emozioni e sentimenti in modo diverso.

Ma forse anche lei sta cominciando a provare nuove emozioni, forse non ha più paura e forse sta capendo che i baci non sporcano, che i baci sono espressione di un amore immenso quello di una mamma per sua figlia.

Quindi si, forse questo Natale è da 10!

Lascia un commento